IL CERVELLO DELLE DONNE

 

 

65036-10
 
Ho appena finito di leggere Il cervello delle donne di Louann Brizendin.

Lascia riflettere il fatto che le prime differenze cerebrali si manifestano già dall’ottava settimana di sviluppo fetale – in particolar modo a causa dell’avvio di quella attività ormonale che condizionerà per il resto della vita i sistemi neurali di maschi e femmine. Mentre gli uomini potenzieranno in particolare i centri cerebrali legati al sesso e all’aggressività, le donne tenderanno a sviluppare doti uniche e straordinarie: una maggiore agilità verbale, la capacità di stabilire profondi legami di amicizia, la facoltà quasi medianica di decifrare emozioni e stati d’animo dalle espressioni facciali e dal tono della voce, e la maestria nel placare i conflitti.

La diversità è legata a un gruppo di geni.
Le donne dicono 36mila parole al giorno, mentre gli uomini 18 mila. Diverse sono le caratteristiche che diversificano il comportamento dei due sessi, dovute a differenze geniche : empatia, aggressività, valutazione del rischio. Non esiste nessuna differenza legata al sesso per quanto riguarda l’intelligenza in generale, però le donne hanno una migliore memoria visiva e gli uomini hanno un miglior orientamento nello spazio.Le donne rivelano ai test di essere molto più portate a mostrarsi compassionevoli nei confronti delle persone e quindi fanno amicizia più facilmente rispetto agli uomini. I maschi, sono più inclini ai comportamenti aggressivi, accettano più facilmente di assumersi dei rischi e si dimostrano abili nel capire e concepire sistemi complessi come i motori delle macchine, la programmazione del videoregistratore o anche le leggi del fuori gioco calcistico.
I risultati di queste osservazioni, hanno portato il professor Simon Baron-Cohen dell’Università di Cambridge, a pensare che esistano nel cervello “empatie tipo”, più comuni tra le donne, e “sistemi tipo”, più diffusi tra gli uomini. Ma naturalmente le differenze non stanno tutte qui. “Uomini e donne sono diversi anche nell’approccio che usano per trovare un patner sessuale : gli uomini sono attirati dalla gioventù e dalla bellezza, e le donne dallo status”.
Il risultato degli studi sulla differenza dei geni di uomini e donne potrebbe spiegare un’importante componente delle variazioni nei comportamenti, nelle malattie mentali e neurologiche, oltre chiarire perché le donne, si ammalano più facilmente di depressione e Alzheimer.

Più simmetria nella donna
Le ultime ricerche indicano che negli esseri umani il cervello maschile possiede un’asimmetria più pronunciata rispetto al cervello femminile, sia nell’aspetto generale sia nelle regioni particolari.
È agli ormoni e alla loro fluttuazione durante il ciclo femminile (estrogeni e progesterone), che i medici attribuiscono l’incidenza tre volte maggiore delle emicranie nelle donne rispetto agli uomini. 
Le statistiche dimostrano che in caso di ictus cerebrale o di trauma cranico, le donne recuperano meglio le loro facoltà. Oltre al fatto che il loro cervello invecchia in generale molto meglio rispetto a quello degli uomini.
 
Simmetria del linguaggio nella donna

Le tecniche di imaging dimostrano che quando una donna parla o ascolta, il suo cervello si “accende” in modo più simmetrico rispetto a quello dell’uomo nel quale è soprattutto l’emisfero sinistro ad essere sollecitato.
 
Senso dell’orientamento
Dei ricercatori dell’Università di Ulm (Germania) hanno testato il senso di orientamento nei due sessi servendosi di uno schermo che riproduceva virtualmente un labirinto abbastanza complesso. Risultato: per trovare l’uscita le donne hanno utilizzato la loro corteccia parietale e prefrontale destra, mentre gli uomini hanno utilizzato maggiormente il loro ippocampo sinistro e questa differenza darebbe conto della diversa capacità di orientarsi, maggiore nell’uomo rispetto alla donna.
 
Le donne sono migliori nelle funzioni del linguaggio
Gli uomini sono in generale più dotati in matematica e meccanica mentre le donne si mostrano superiori negli esercizi collegati al linguaggio; memorizzare oggetti posti su di un tavolo, trovare dei sinonimi, enunciare più parole che cominciano con la stessa lettera. Esse possiedono in generale un’elocuzione facilitata e padroneggiano meglio la grammatica e l’ortografia.
Occorre aggiungere inoltre che si contano un numero maggiore di uomini affetti da problemi collegati alla lettura e al linguaggio, come la dislessia e la balbuzie.
In questa constatazione nessuno potrà mai affermare in che misura interviene l’innato e l’acquisito. Le cellule nervose infatti non obbediscono solamente alla genetica: tessono le loro reti in funzioni degli stimoli. È dunque evidente che una parte delle differenze tra i sessi sono la conseguenza dei giochi praticati nell’infanzia e dell’educazione.
 
Suddivisione dei compiti
Alcuni scienziati propongono una spiegazione alle predette differenze. Esse sarebbero il risultato dell’evoluzione che ha portato i due sessi a suddividere i compiti necessari per la sopravvivenza durante migliaia di anni.
Il cucciolo dell’uomo, a differenza di altri esseri viventi, richiede cure e protezione per un lungo periodo. La sopravvivenza del gruppo ha necessitato quindi lo stabilimento di una base abitativa e la suddivisione del lavoro: la donna al focolare domestico e l’uomo a caccia.
La caccia avrebbe stimolato nell’uomo una migliore capacità visuo-spaziale, mentre la vita sociale e l’educazione dei giovani avrebbero stimolato nella donna lo sviluppo del linguaggio.
Seguendo questa ipotesi, si potrebbe azzardare una conclusione un po’ femminista: le donne hanno contribuito particolarmente allo sviluppo degli elementi che caratterizzano la nostra umanità, ovvero all’evoluzione delle zone cerebrali implicate nella parola e nel pensiero. E non per niente le bambine parlano solitamente prima dei maschietti…….

http://www.mareaperto.org/volontari/?q=node/136

 

 

Annunci

Informazioni su Rossella

Lavoro da tanti anni come logopedista. Per mia natura sono curiosa e ho tantissime passioni. Sono autrice, blogger e mi interesso di benessere olistico. Credo nel Sacro Femminino e in una nuova Società basata su questi princìpi.

Pubblicato il agosto 12, 2009, in Personaggi con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: