LA MEDIAZIONE FAMILIARE

 

Un tema che mi sta particolarmente a cuore perchè sperimentato in prima persona: la mediazione familiare nei conflitti familiari.
Un libro che è uscito di recente delle edizioni La meridiana è Quando l’amore se ne va.


Le statistiche dicono che è sempre più difficile fare famiglia e sempre più facile separarsi anche in età matura.
Ci vuole molto poco perché le cose, a un certo punto di una storia, non vadano più bene. A volte l’illusione di una felicità coniugale si sgretola giorno dopo giorno, rovesciandosi in una realtà cupa e oppressiva. Quella che un tempo era l’“anima gemella”, appare come il mostro da evitare o sconfiggere.
A complicare le cose, spesso di mezzo c’è un bambino. Di fronte alla separazione dei genitori il bambino rimane disorientato, confuso, depresso, rischia di essere segnato da un dolore difficilmente domabile.
Spesso, una buona separazione può rappresentare per tutto il nucleo familiare una “chance creativa”, quando un eccessivo impoverimento sentimentale e comportamentale, nella relazione marito-moglie, rischia di produrre anche nei figli una pericolosa sterilità esistenziale. Coniugi che riescono a separarsi in tranquillità, rimanendo uniti e collaborativi come genitori, possono individualmente ritrovare la vitalità che un tempo possedevano, rinforzata, semmai, anche da nuovi legami sentimentali.
Per riuscirci può essere necessario servirsi di una persona qualificata che aiuti i futuri coniugi o conviventi ad affrontare la vita a due con più consapevolezza.
La proposta di queste pagine è innovativa: anticipare l’intervento mediativo prima possibile. Ossia, spingere i mediatori familiari verso una funzione “preventiva” rispetto ai conflitti coniugali. Questo apre inediti scenari relazionali sui quali applicare nuove tecniche ed esperienze di mediazione.

Annunci

Pubblicato il settembre 8, 2011, in Famiglia, Riflessioni con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: