EDUCARE ALL’ESSENZIALE

Il mestiere di genitori è quanto di più difficile esiste. Ancor più difficile in questi anni in cui si è legati a condizionamenti che spingono anche i migliori a cedere su scelte educative relative a bisogni indotti dalla socetà.

I nostri figli soffocano di superfluo. Il marketing li ha adottati cullandoli dentro bisogni sempre più fasulli, e i genitori finiscono tiranneggiati senza più riuscire a fare scelte veramente educative.

Nel nuovo libro del pedagogista Daniele Novara e della mamma-giornalista Silvia Calvi, L’essenziale per crescere. Educare senza il superfluo, emerge l’importanza di educare all’essenziale scoprendo che i figli necessitano anzitutto di genitori che sappiano offrire risposte ai loro bisogni di crescita senza inutili fronzoli.

Questo libro offre una mappa per diventare genitori sobri ma efficaci, capaci di fare squadra e di costruire un progetto educativo con coraggio e organizzazione. E restituisce ai genitori le priorità per crescere figli autonomi e liberi.

Per Daniele Novara è essenziale che il genitore usi regole chiare, perchè educare non significa semplicemente parlare. Essenziale è anche affrontare i conflitti, perché accontentare sempre non significa avere un buon rapporto con i figli. Essenziale è restituire agli adulti i loro ruoli educativi e recuperare un gioco di squadra tra i genitori.

 

Annunci

Pubblicato il luglio 31, 2012, in Famiglia, Riflessioni, Società con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: